Queerographies

Be Proud Of What You Read

Archivi tag: Adelphi

[Una donna qualunque][Alan Bennett]

Più di trent’anni fa Alan Bennett inanellava una catena di monologhi drammatici per la BBC sotto la sigla Talking Heads. Di recente ne ha estratti dal suo inesauribile cilindro altri due, degni di quella leggendaria compagine.

settembre 28, 2022 · Lascia un commento

[Il mio passato è un fiume malvagio][William Burroughs]

In questo epistolario Burroughs coglie manie e fobie americane, dal dopoguerra a oggi, patite sulla propria pelle e restituite con gli interessi alla comunità – e l’autoritratto disegnato dalle lettere si rivela così un’impietosa radiografia del suo paese.

gennaio 19, 2022 · Lascia un commento

[Hollywood Babilonia][Kenneth Anger]

In questo libro, che Susan Sontag ha definito «leggendario come ciò di cui parla», Kenneth Anger si è rivelato il primo adeguato chroniqueur, il più felice e amaro favolista del mondo di Hollywood.

dicembre 15, 2021 · Lascia un commento

[Anno bisestile][Peter Cameron]

Il Cameron degli inizi, come forse non ricordate che fosse.

ottobre 7, 2021 · Lascia un commento

[I racconti di Lydia Steptoe][Djuna Barnes]

Tre divagazioni sul sesso, i suoi ruoli scambievoli, i suoi rocamboleschi imprevisti.

giugno 24, 2021 · Lascia un commento

[Grazie per le magnifiche rose][Alberto Arbasino]

Nel 1965 Alberto Arbasino pubblicò Grazie per le magnifiche rose, foltissimo volume di scritti sul teatro – non «teorizzazioni ipotetiche», si precisava, bensì «testimonianze su spettacoli innegabilmente avvenuti».

ottobre 5, 2020 · Lascia un commento

[Cose che succedono la notte][Peter Cameron]

Un romanzo che fin dalla prima riga prende alla gola – e non fa che stringerla sempre di più.

settembre 25, 2020 · 1 Commento

[Il mago][W. Somerset Maugham]

Ambientato tra Londra e Parigi ai primi anni del secolo scorso, trae la sua ispirazione dall’incontro che Maugham ebbe con uno strano e sconcertante personaggio: il “mago” occultista e satanista Aleister Crowley.

settembre 4, 2020 · Lascia un commento

[La signora trasformata in volpe][David Garnett]

«Scapestrati, stravaganti, ingenui, incompetenti, eccentrici e industriosi oltre ogni limite»: così nel 1930, in una lettera al nipote Quentin, Virginia Woolf definiva i componenti di quello che fu il gruppo di Bloomsbury.

giugno 15, 2020 · Lascia un commento

[Sonečka][Marina Cvetaeva]

Marina Cvetaeva conobbe l’attrice Sof’ja (Sonečka) Gollidej – il suo «più grande amore femminile» – alle soglie del 1919, il «più nero, pestilenziale, mortifero» degli anni postrivoluzionari, quando in una … Continua a leggere

aprile 9, 2019 · 1 Commento