Queerographies

Frocio chi legge.

[Invito a una gaia cena][Davide Della Rondella][Antonio Lapipa]

9097421_3677751Almeno tre sono i motivi che spingono a ripubblicare questo libro uscito in francese nel 2004 e subito tradotto in Italia. Primo: l’ironia nell’invitare a cena “amiche”, e amici, soprattutto gay; secondo: in tempo di ricette “monumentali” parlare di ricette “semplici”; terzo: tornare alla convivialità, lontano da smartphone e televisori invasivi, sbocconcellando cibi buoni e vite genuine. In pratica, si tratta di un imprescindibile e divertente ricettario per prendere per la gola i propri allegri compagni e convertire ai piaceri della tavola frotte di amici condannati ai precotti e al fast food. Una sorta di Artusi gayo, qua e là insaporito da chicche di varia umanità: l’abbinamento dei piatti più seducenti a seconda del tipo d’amante o ospite, un galateo per giovani gay inesperti nell’arte del ricevere, un manuale per poter sempre esibire un’apparecchiatura perfetta, e, tra una portata e l’altra, l’immancabile test “Dimmi come mangi e ti dirò chi sei”. Golosissimi i piatti mostrati, tutti corredati di ricetta e istruzioni per l’uso. E non poteva mancare la nota colta: ogni pietanza ha una storia e un richiamo a illustri personalità dell’universo Lgbt.


Davide Della Rondella e Antonio Lapipa, Invito a una gaia cena. Cucina italiana gay facile e creativa, nota introduttiva di Pino Strabioli, postfazione di Fabio Croce, Ponte Sisto 2018, pp. 130, ISBN:  9788899290849

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: