Queerographies

Be Proud Of What You Read

[Momenti di essere][Virginia Woolf]

momenti d'essereIl catalogo di immagini che «Momenti di essere» fa scorrere dinanzi ai nostri occhi mostra lo splendore di una scrittura che fa affiorare i tanti ricordi familiari e l’incanto dell’infanzia, che accoglie toni e registri diversi, dal ritratto all’elegia, dall’autoanalisi alla commedia sociale, dal gioco sullo snobismo fino alle riflessioni sulla morte. In questo teatro della memoria l’autrice insegue il tempo, ben sapendo che il rapporto fra passato e presente non è mai docile e che i “momenti di essere”, in cui la forza della visione buca l’ovatta trasparente del quotidiano, le rivelano «la parte invisibile e tacita della sua vita» in tutta la sua verità. La voce di una scrittrice indimenticabile torna in libreria con un capolavoro da troppo tempo assente, arricchito con una parte inedita, e le sue pagine ci accompagnano dall’ipocrisia vittoriana alla scoppiettante gioia che invade la casa di Gordon Square, a Bloomsbury, che non sarà più solo il nome di un quartiere, ma di quel gruppo di giovani intellettuali che rivoluzionerà, con intelligenza e divertimento, i costumi di un’intera epoca.

«Il passato è bello perché nessuno riesce a rendersi conto dell’emozione quando accade. L’emozione si espande col tempo. Così non abbiamo delle emozioni complete nel presente, ma solo riguardo al passato.»

Virginia Woolf, nata nel 1882 a Londra, morì suicida nel 1941. Cresciuta in un ambiente famigliare colto e raffinato, non frequenta scuole regolari e riceve la sua istruzione in casa, privatamente. Tramite il fratello Thoby, iscritto al Trinity College di Cambridge, conosce i giovani discepoli del filosofo G.E. Moore ed entra a far parte del gruppo di «Bloomsbury», destinato a occupare un posto importante nella vita culturale inglese. Tra le sue opere, che ne hanno fatto una delle scrittrici più importanti del Novecento: La crociera (1913), Giorno e notte (1920), La camera di Jacob (1922), La signora Dalloway (1925), Gita al faro (1927), Orlando (1928), Le onde (1931).

Autore: Virginia Woolf
Titolo: Momenti di essere. Scritti autobiografici
Curatrice: Liliana Rampello
Traduttrice: Adriana Bottini
Editore: Ponte alle Grazie
Anno di pubblicazione: 2020
Pagine: 292
ISBN: 9788833313238

Un commento su “[Momenti di essere][Virginia Woolf]

  1. Pingback: [Momenti di essere][Virginia Woolf] — Queerographies | l'eta' della innocenza

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: