Queerographies

Be Proud Of What You Read

[Isole di grazia][Rose Tremain]

Isole di grazia di Rose Tremain

Quasi un metro e novanta di altezza, abiti rigorosamente bianchi e un tocco che ha fama di essere taumaturgico, la statuaria infermiera Jane Adeane giorno dopo giorno offre conforto e guarigione ai malati in cura da suo padre, medico nella Bath del 1865. A dispetto del soprannome che così si guadagna, l’«Angelo delle Terme» ha passioni e ambizioni umanissime, e non ha paura di sconvolgere i benpensanti. Jane nutre infatti l’intima convinzione di essere destinata a grandi imprese. Quali non è ancora dato saperlo, anche se di certo il piano che il fato ha in serbo per lei non contempla il matrimonio con l’irruento Vincent Ross, giovane collega di suo padre. Perciò, quando nella sala da tè dell’intraprendente Clorinda Morrissey il dottor Ross le chiede la mano, lei sfugge alle convenzioni che la vorrebbero sposa di un uomo facoltoso e affermato e si rifugia a Londra dall’amata zia Emmeline, unico vero spirito libero della famiglia, grande artista nonché modello di vita per la giovane nipote. È proprio qui, durante un ricevimento, che Jane incontra Julietta Sims, moglie di un importante editore londinese dotata di rara bellezza e celebre per le sue molte amanti. Tra le due scatta il colpo di fulmine, e Jane, alle prime esperienze amorose, è risucchiata nel turbine di emozioni di una relazione che, se venisse alla luce, esporrebbe entrambe le donne allo scandalo e forse anche a conseguenze penali. Frattanto, a Bath, il deluso dottor Ross riceve una lettera da cui apprende che suo fratello minore Edmund, partito già da tempo per andare a studiare fauna e flora dell’arcipelago malese, ha contratto una grave forma di malaria. Rischierebbe di morire, se non venisse salvato in extremis da Sir Ralph Savage, una sorta di eccentrico rajah locale, che lo ospita nella sua magione e lo cura. Procedendo su questo triplo scacchiere – l’elegante Bath, la Londra bohémienne e il selvaggio Borneo – la trama si fa sempre più incalzante fra matrimoni, morti e passioni, mentre ciascuno dei personaggi va alla ricerca della propria isola di grazia in un luogo diverso del mondo.

«Da molto tempo Tremain è una delle nostre migliori romanziere, e questo libro ne è l'ulteriore conferma» – The Observer

Rose Tremain ha scritto quindici romanzi, cinque raccolte di racconti e un memoir. Le sue opere sono tradotte in trenta lingue e hanno ottenuto molti riconoscimenti: con Il favorito (Frassinelli 1995) è stata finalista al Booker Prize; con Sacred Country (1992) ha vinto il James Tait Black Memorial Prize e il Prix Femina Étranger; con L’angelo della musica (il Saggiatore 2001) ha vinto il Whitbread Award; con In cerca di una vita (Tropea 2009) ha vinto l’Orange Prize for Fiction; con Merivel: A Man of His Time (2012) è stata finalista al Wellcome Book Prize e al Walter Scott Prize for historical Fiction, infine con Gustav Sonata (66thand2nd 2017) è stata finalista al Costa Book Award e al Baileys Prize e ha vinto il National Jewish Book Award e il Ribalow Prize. Per Einaudi ha pubblicato Isole di grazia (2021).

Per acquistare il libro

Scritto da: Rose Tremain
Titolo: Isole di grazia
Titolo originale: Islands of Mercy
Tradotto da: Giovanna Scocchera
Edito da: Einaudi
Anno di pubblicazione: 2021
Pagine: 456
ISBN: 9788806247959

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: