Queerographies

Frocio chi legge.

[Colori proibiti][Yukio Mishima]

Colori proibitiUno dei grandi romanzi di Mishima. Al centro della vicenda il patto misogino tra due uomini. Da una parte Shunsuke, anziano e celebre scrittore, che dubita persino delle proprie qualità artistiche e soffre della propria bruttezza e mancanza di seduzione, che gli fanno sviluppare una forma perversa di misoginia, dall’altra Yūichi, bellissimo giovane, adorato da tutti, uomini e donne. Quando Yūichi, sul punto di sposarsi, gli svela di provare desideri omosessuali, il vecchio gli propone un diabolico patto che lo trasformerà nel suo strumento di vendetta. A causa del suo individualismo narcisista, del carattere glaciale e della voluttà che prova nel far soffrire chi lo ama, il giovane è difatti il soggetto perfetto per conquistare le donne e poi lasciarle crudelmente, vendicando così tutti gli abbandoni subiti per tutta la vita da Shunsuke. In cambio il giovane verrà introdotto alla vita sessuale e al corteggiamento delle donne, a tutto il denaro che gli possa occorrere e anche la possibilità di frequentare locali e uomini gay. Questo fino al suo matrimonio con Yasuko, la bella, giovane e infelice che in precedenza aveva rifiutato proprio Shunsuke…

“Era proprio quello, l’odore!
Dal giorno del ballo, quel profumo si era insinuato fin dentro i suoi sogni”

Yukio Mishima, considerato uno dei massimi scrittori giapponesi, nasce a Tokyo nel 1925 e muore suicida nel 1970. Feltrinelli ha pubblicato le sue opere di maggior successo: La voce delle onde(1961), Il padiglione d’oro (1962), Dopo il banchetto (1964), Confessioni di una maschera (1969), Trastulli di animali (1983), Lezioni spirituali per giovani Samurai (1990), La foresta in fiore(1991), Musica (1993), la tetralogia Il mare della fertilità, con Neve di primavera (2009), A briglia sciolta (2010), Il Tempio dell’alba(2011) e La decomposizione dell’angelo (2012), Colori proibiti (2009), Il sapore della gloria (2010), La scuola della carne (2013) e, nella collana digitale Zoom, Diario di preghiere (2013). Feltrinelli ha inoltre pubblicato Le ultime parole di Mishima, una doppia intervista di due celebri critici letterari giapponesi, Furubayashi Takashi e Hideo Kobayashi (2001).


Yukio Mishima, Colori proibiti, trad. it. di Maria Gioia Vienna, pp. 496, ISBN: 9788807890598

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: