Queerographies

Be Proud Of What You Read

[L’invitata][Simone de Beauvoir]

L'invitata Simone de Beauvoir

A Rouen, in quella Normandia asfittica su cui aleggia il fantasma letterario di Emma Bovary, Pierre e Françoise, raffinati intellettuali parigini, conoscono Xavière, una ragazzetta per la quale entrambi provano un morboso attaccamento. Sono gli anni a cavallo tra i Trenta e i Quaranta del Novecento, la Francia è sull’orlo della guerra e dell’occupazione, l’ultimo scampolo di leggerezza, forse, prima che il conflitto segni un’intera generazione. In questo clima sospeso, la giovane è “invitata” a entrare nella coppia, e presto diventa il fulcro di un delicatissimo ménage à trois: inesperta, capricciosissima, malinconica e irascibile, sconvolgerà gli equilibri dei suoi due mentori, trascinandoli in un valzer di ingenuità e cinismo, fino a un tragico finale. Ricchissimo di echi autobiografici, L’invitata (1943) è il primo romanzo di Simone de Beauvoir: il ritratto di un groviglio affettivo fatto di solitudini e ossessioni, ma soprattutto di una ricerca di senso che va ben oltre la riflessione – pur acutissima – sui possibili modelli di coppia e d’amore. Il libro infatti – sostiene Simona Munari nella sua introduzione – «determina nel pensiero di de Beauvoir la scoperta e l’elaborazione della dimensione sociale e politica del destino umano, ed è l’inizio acerbo di un cammino filosofico e di una vita pubblica alla quale invano, ripetutamente, si è cercato di applicare categorie».

Simone de Beauvoir (Parigi 1908-1986) ha elaborato i temi dell’esistenzialismo di Jean-Paul Sartre (a cui è stata sentimentalmente legata) applicandoli soprattutto al problema dell’emancipazione femminile. Grande narratrice e saggista, è stata una figura culturale di primo piano nel Dopoguerra ed è considerata una delle madri del femminismo. Il suo saggio Il secondo sesso (1949) è un’opera che ha cambiato il mondo. Tra gli altri numerosi libri, i romanzi Il sangue degli altri (1945) e I mandarini (1954, premio Goncourt) e il memoir Memorie d’una ragazza perbene (1958).

Per acquistare il libro

Scritto da: Simone de Beauvoir
Titolo: L’invitata
Titolo originale: L’Invitée
Tradotto da: Federico Federici
Edito da: Mondadori
Anno: 2022
Pagine: 420
ISBN: 9788804744870

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: