Queerographies

Frocio chi legge.

[Allah loves equality][Michele Benini][Elena De Piccoli][Wajahat Abbas Kazmi]

Allah loves equality. Si può essere gay e musulmaniSi può essere gay e musulmani? La storia della campagna contro l’omofobia nell’Islam e contro l’islamofobia nella comunità LGBTQIA (lesbica, gay, bisessuale, transgender, queer, intersessuale e asessuali), nata due anni fa dall’idea di un giovane regista pakistano che vive in Italia. La trasformazione di quella campagna, diventata famosa nel mondo, in un progetto cinematografico per documentare la vita delle persone omosessuali e transessuali nei Paesi con leggi che criminalizzano la loro condizione, iniziata dal viaggio in Pakistan e dalla realizzazione del primo documentario che sarà pronto in contemporanea con l’uscita del libro. Questo libro è il racconto della storia attraverso la voce degli attivisti.

Michele Benini, Elena De Piccoli e Wajahat Abbas Kazmi sono attivisti dell’associazione Il Grande Colibrì che si occupa di questioni LGBTQIA e integrazione che ha appoggiato la campagna “Allah Loves Equality” e la realizzazione del documentario in Pakistan, girato da Kazmi in collaborazione con De Piccoli. Gli autori, di religioni diverse (un ateo, una cattolica e un musulmano sciita) e di differenti orientamenti sessuali, sono uniti dal desiderio di abbattere ogni tipo di discriminazione.


Michele Benini, Elena De Piccoli, Wajahat Abbas Kazmi, Allah loves equality. Si può essere gay e musulmani?, TAM editore 2018, pp. 192, ISBN: 9788885532014

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: