Queerographies

Frocio chi legge.

[Divergenze in celluloide][Ryan Calabretta-Sajder]

cinema-sajder-divergenze-celluloide-_3_In questo volume viene esaminata la produzione cinematografica di Ferzan Özpetek per quanto concerne le tematiche del colore, dell’identità sessuale e della migrazione. Viene delineata una definizione della teoria queer per poi applicarla ai film diretti da Özpetek seguendo i temi conduttori della famiglia, della memoria e del cibo. Özpetek viene presentato come un regista “italiano” contemporaneo, sottolineando come egli non abbia più l’“accento” turco di cui parla Hamid Naficy, e come anzi i suoi film servano a commentare la società italiana contemporanea in rapida trasformazione.

 

.

Ryan Calabretta-Sajder è professore di Storia del cinema italiano presso il Dipartimento di Lingue e Letterature della Facoltà di Studi umanistici dell’Università dell’Arkansas, USA. Ha conseguito un DML in Italianistica (“La storia del cinema italiano”) presso il Middlebury College. Storico del cinema, ha pubblicato diversi articoli sul cinema italiano e sulla letteratura italiana. Ha curato il volume Pasolini’s Lasting Impressions: Death, Eros, and Literary Enterprise in the Opus of Pier Paolo Pasolini (2017), di prossima uscita.


Ryan Calabretta-Sajder, Divergenze in celluloide. Colore, migrazione e identità nei film gay di Ferzan Özpetek, Mimesis 2016, pp. 250, ISBN: 9788857537313

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: